Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someone

Zuppa di barbabietole

DSC_0116

L’origine di questa ricetta è ucraina, ma questo piatto è largamente consumato anche in Russia. La variante russa di questa zuppa prevede l’aggiunta del cavolo. Questa ricetta è ormai parte della tradizione culinaria finlandese dato che la Finlandia è stata sotto dominio russo per più di un centenario. Solo nel 1917, infatti, ha acquisito l’indipendenza. Va da sé che un po’ della cultura russa faccia parte di ciò che la stessa Finlandia è.

Normalmente, quando si prepara questa zuppa, dato il lungo tempo di cottura, non se ne prepara mai per una sola volta. Quindi non vi preoccupate se non la finite in una volta sola! Potete tranquillamente congelarla e conservarla come “cibo di riserva” per momenti in cui non avrete 3 ore da spendere in cucina 😀

Anche in questo caso, il pane di segale non può mancare per godersi questa pietanza fino in fondo 😉 DSC_0115_1Parlando del sapore di questa zuppa, è sicuramente unico nel suo genere. E’ un sapore deciso e inconfondibile, ma allo stesso tempo molto gradevole. Il prezzemolo come tocco finale non solo dà la nota di colore e contrasto giusto, ma anche completa il piatto. Infine, la nostra zuppa di barbabietole non può essere servita senza smetana, crème fraîche o, detto più semplicemente, della panna acida.

Qui in Finlandia le barbabietole sono anche vendute sott’aceto. In caso non le trovaste, usate tranquillamente le barbabietole sotto vuoto o in qualunque forma vengano vendute (se fresche, sbucciatele) e sostituite l’aceto di barbabietola con 200 ml di aceto di mele.

DSC_0109 DSC_0119

(more…)

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someone

1 2 3 4 7