Chi siamo

Noi siamo due fili d’erba in un deserto, che cercano di incontrarsi e resistere insieme, nonostante tutto. Siamo due ragazze che sanno dove sono e dove stanno andando; non sanno esattamente come, ma non è quello l’importante. Hanno fiducia che tutto andrà bene, alla fine.
Meno poeticamente, siamo Thais e Desirée, ci conosciamo da quando siamo nate e siamo legate da una forte amicizia che nulla, anche se la vita ci sta provando, riesce a spezzare; nemmeno i tremila chilometri che ci separano.
Quello che ci unì fu forse la disperazione di un passato troppo grande da affrontare da sole, la necessità di condividerlo e la consapevolezza che l’una avrebbe capito l’altra, come gli altri non possono fare.
Quello che ora ci unisce, chi lo sa? Sono tante cose: la capacità dell’una di cucinare biscotti al miele di castagno e dell’altra di gustarli intingendoli nella CocaCola; la volontà dell’una di esprimere sé stessa in una frase senza senso e dell’altra di interpretarla prima ancora che sia stata pronunciata; la reciproca fiducia dimenticando quanto in genere troviamo difficile fidarci degli altri. Il sapere che né vento né pioggia né buio né paura né sete potranno far perdere di vista l’una all’altra.

 

 

Thais

 

Sono nata da papà piemontese e mamma brasiliana. Il mio nome già mi mette nella condizione di essere “sbagliata” e “fuori luogo” dovunque vada: in Italia nessuno crede io sia italiana per via del nome e un po’ per la fisionomia, in Brasile, beh il mio portoghese è ben lontano da quello che un madre lingua possa avere e dove vivo attualmente, qui proprio non la do a bere a nessuno.
Mi sono trasferita in Finlandia, precisamente nella città costiera di Oulu, poco più di un anno fa. Ci sono arrivata un po’ per caso, un po’ per pazzia, un po’ per non so che, ma ci resto per amore: amore di mio marito Klaus, detto Klapsu, e amore di questa bellissima terra che è la Finlandia.
Con questo blog spero di farvi amare almeno quanto amo io questo luogo in cui l’uomo è entrato (e ci resta) a punta di piedi. La Finlandia è una terra tutta da scoprire, ricca di origini, cultura e tradizioni. Se avete intenzione di venire a visitare la terra dei Sami, delle aurore boreali e delle saune, allora siete nel posto giusto. Quando approderete quassù, sarete ben equipaggiati e, le cose che molto probabilmente vi sarebbero sfuggite, adesso le potrete cogliere appieno, e il vostro viaggio sarà più ricco.
Ma se invece in Finlandia non vi va proprio di venire o non ne avete al momento la possibilità…? Vuol forse dire che questo blog non fa per voi? Penso invece che ci siano ancora tante ragioni per leggerci. Una fondamentale è lo spirito che troverete qui. Io e Desirée siamo gioiose non perché ci è sempre andato tutto bene, anzi, ma perché abbiamo scelto di essere positive, di guardare il lato positivo e di andare avanti sviluppando sempre più buone qualità. Noi siamo spiriti leggeri perché non facciamo più caso al passato, ma gustiamo il presente e guardiamo ottimiste al futuro. Questo non vuol dire che non cadiamo mai, ma ci rialziamo sempre una volta in più di quanto cadiamo.
Qui parlerò anche (e molto!) di cibo. Cucinare per me è casa. È una delle poche cose in grado di rallentare i miei battiti cardiaci, rilassare i miei pensieri e aprire il mio cuore. Lo faccio con passione e trasporto. Penso che il gusto sia il senso da non scordare mai di stimolare quando si viaggia e, se questo non è possibile, cucinare offre un’opportunità unica: viaggiare restando a casa.
Il fatto di aver avuto una nonna come mamma, come figura femminile dominante nella mia crescita, sicuramente ha contribuito. Diciamocelo, sono stata fortunata. Avete presente quelle immagini dove si vede un nipotino entrare a casa della nonna e uscirne con una massa corporea quadruplicata? Io ce l’ho avuto tutti i giorni! Certo, devi imparare a dire di no, ogni tanto (no, in realtà devi dire no tutti i giorni), ma la nonna mi ha regalato un palato che non definirei fine, ma che sa riconoscere cos’è buono.
Se nonna mi ha regalato la cucina piemontese/italiana, papà invece è quello che mi ha regalato la curiosità: curiosità di scoprire cose nuove, di sperimentare, sia nella vita che nella cucina.
Tra le tante cose che mio padre mi ha insegnato, vi è il rispetto e l’amore per la natura. Ringrazierò sempre di aver avuto l’opportunità di crescere in mezzo alla natura, solo luogo in cui si possa veramente trovare la pace e se stessi.
Sapete quando vi chiedono: “E tu, cosa sai fare?”. Ecco io sono una di quelle persone che apparentemente non sa fare niente: non so ballare, non so cantare, non suono uno strumento musicale. Io scrivo, scrivo per raccontarmi e condividere, scrivo per capire e raccontare. Scrivo, per voi e per me stessa.

 

Tutte le foto presenti negli articoli pubblicati da Thais, se non menzionato diversamente, sono state scattate con Nikon D3200 e alcune con iPhone 5.

 

Desirée

 

Io sono tutta italiana nonostante anche il mio nome possa far venire dubbi. Sebbene io sia nata, vissuta, cresciuta qui, anche io tante volte mi sento “sbagliata” e “fuori luogo”. Ma la cosa bella è che, nonostante questo, ho una felicità interiore che nessuno, penso, potrà mai togliermi, e amo questa vita. Ho tutto: vivo con le persone migliori del mondo, ho una casa che posso chiamare casa, e tutto ciò che mi manca sarà completato solo dalla piega che deciderò di dare alla mia piccola esistenza.
Mi piace scrivere, mi piacciono le persone fuori dal comune, mi piace tenere tutto sotto controllo e mi piacciono il caldo e le cose semplici, anche se io non lo sono affatto. Mi piacciono il mare e i colori e sogno da anni la Nuova Zelanda, e forse un giorno ci vivrò e vi scriverò da lì.
Tra i due fili d’erba, credo di essere quella che osa spostarsi di meno, che ha più paura delle intemperie e sono la parte più attaccata alle sue radici. È Thais quella più pragmatica, quella più sveglia e che ama di più il rischio della vita.
Il soprannome che una volta lei mi aveva dato era ‘Icsdì’, e mi aveva colpito, perché credevo che chi avesse letto il mio nome sarebbe stato costretto a sorridere. Beh, ora forse vi faremo sorridere insieme.

 

 

Per chi scriviamo?

 

Per gli amanti della natura, del bio e del green, per gli innamorati della Finlandia e di tutto ciò che la riguarda, per i pionieri culinari, desiderosi di sperimentare ricette nuove e magari riscoprirne di vecchie, per chi ama leggere e chi vuole sorridere e abbracciare la vita con gioia e consapevolezza.
Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0Share on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Email this to someone

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *





*

Comment *