Archive of ‘Natura’ category

Rotorua, la città in fumo

 

Lo strano posto sembra avvolto nella penombra, nella nebbia, nel fumo. In un’atmosfera un po’… Fantastica? Surreale? Mistica?

(more…)

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someone

La Nuova Zelanda, la terra del Pōhutukawa

Il metrosideros excelsa, pōhutukawa in maori, è un albero sempreverde che fiorisce nella terra del mare nel periodo che va da novembre a febbraio dipendentemente dalle condizioni climatiche, quando qui rimangono in vita praticamente solo i pini.  (more…)

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someone

Tenta di assomigliarti

In questo periodo penso davvero tantissimo e so già che, dicendo questo, molti partirebbero all’attacco con le loro (simpaticissime) battute in stile ‘uh, come no!’, ‘sì, si vede proprio’, ‘tu che pensi? ahahah’. Dai, per una volta lasciamo stare le battute. Ora vi dimostro che penso davvero.

(more…)

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someone

Marmellata di Aronia e Ribes rosso

aronia marmellata

Dopo aver raccolto una quantità di aronia troppo abbondante per essere semplicemente consumata in frullati, ho deciso di fare un po’ di marmellata con parte delle bacche raccolte (vi parlo dell’aronia qui e di come ricavarne del succo qui).

A metà strada del procedimento, però, la prova assaggio non ha retto: il gusto astringente era troppo forte e disturbante. Che fare? Aggiungere zucchero non avrebbe cambiato nulla.

A quel punto mi sono ricordata

(more…)

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someone

La Nuova Zelanda: la “terra del mare”

Oltre alla rubrica di Thais sulle bacche della Finlandia, io vorrei proporvene un’altra di tema totalmente differente. Nel ‘Chi siamo’ ho già menzionato la mia passione per la Nuova Zelanda e tutte le meraviglie che la riguardano, e per questo vorrei portarvi a conoscere qualcosa in più su quei fantastici posti. Un viaggio senza scali e che andrà dritto alla meta, alle mete.

Mi sarebbe piaciuto farlo con ordine, decidere un punto esatto da cui partire per poi proseguire da lì il nostro tour e attraversare la Nuova Zelanda in modo più organizzato, ma poi rischierei di scoprire cose nuove e non vorrei perdermele lungo il tragitto; per questo motivo il nostro viaggio non seguirà un percorso fisso ma andremo da una parte all’altra in cerca di luoghi sempre più interessanti, sempre più belli, e potremo ritrovarci lì almeno con la nostra mente.

Spero che anche voi siate catturati da ciò che, anche se lontano e apparentemente astratto, ha tanto incantato anche me. (more…)

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someone

Lipunryöstö, il ruba-bandiera extreme. Parte 2

Nella prima parte di questo articolo abbiamo già considerato le regole di questo ruba-bandiera totalmente diverso da come lo conosciamo noi in Italia.

Il ruba-bandiera finlandese è un qualcosa che dovrebbe essere praticato da tutti i bambini, e non solo. Offre l’opportunità di staccare le nuove generazioni dai videogiochi e proiettarli in un’avventura tramite la quale avranno l’occasione ormai rara di conoscere la natura, la foresta e le persone con cui stai giocando.

(more…)

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someone

Lipunryöstö, il ruba-bandiera extreme. Parte 1

-12. Neve e ghiaccio su ogni superficie. Tempo grigio nel breve lasso di “luce”, notte nel resto delle ore. Detto in parole parole povere: Novembre in Finlandia, quando va male. Questo è il tempo ideale per attuare un gioco che in Italia conosciamo come un qualcosa per bambini da praticare durante le ore di educazione fisica a scuola, ma che qui si trasforma in un qualcosa di totalmente diverso.

IMG_9710

(more…)

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someone

Aronia

  101

Si sta concludendo il periodo di raccolta di questa bacca, i cui cespugli raggiungono l’altezza di anche 2 metri.

L’aspetto è simile al mirtillo, ma il gusto è differente perché più amaro e pungente. Personalmente ho raccolto queste bacche nell’arco di due giorni la scorsa settimana. Il primo giorno si presentavano così.

(more…)

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someone

La natura finlandese ci regala: Bacche&Frutti di bosco

BenefitsofFreshBerriesLa terra finlandese è generosissima, se comparata con le dure condizioni climatiche in cui si trova.
Anche se viene chiamata terra dei mille laghi, il territorio finlandese è costituito per tre quarti (74,2%) da foreste. Questo le regala la prima posizione in Europa come paese più “forestoso”.
In autunno, le foreste finlandesi si trasformano in miniere di pietre preziose.
In una giornata di sole, camminando nella foresta, se ti inginocchi, le vedi brillare, queste preziosissime gemme; sono rosse, gialle, arancioni, blu e nere.
Noi italiani ignoriamo la vastità di frutti di bosco e bacche esistenti. Oltre ai grandi classici, come le more e i lamponi, ne esistono tantissime altre con enormi proprietà, ricchissime di vitamine e di gusto!
Ne considereremo una alla volta, analizzandone le caratterische e l’uso che i finlandesi ne fanno.

Rimanete sani mangiando sano!!

 

Thais K.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someone